Uniti per comunicare la salute

Questo pomeriggio, con alcuni miei colleghi, abbiamo portato a termine un corso di comunicazione della scienza rivolto ad operatori sanitari del Friuli Venezia Giulia. Si è trattato di dodici lezioni in cui abbiamo affrontato diversi aspetti dei processi di circolazione e diffusione della conoscenza medico-scientifica in un ampio spettro di contesti mediatici: da quelli tradizionali ai nuovi media, fino ai meccanismi di partecipazione e deliberazione nell’ambito della tecnoscienza. È stata un’esperienza molto formativa anche per noi. Emerge con chiarezza il bisogno fortissimo delle strutture e degli operatori della salute di presentarsi come un soggetto comunicativo visibile, coeso e coerente, soprattutto nelle situazioni d’emergenza. La frammentazione indebolisce la presenza e l’incisività delle autorità sanitarie in un ecosistema comunicativo sempre più articolato. La strada per arrivare all’obiettivo è lunga e incerta, ma non manca la consapevolezza e questo è già un buon segno.

Tag:,

Lascia un commento