Agli amici di Città della Scienza

Immagine da TMnews

Sgomento, incredulità, dolore. Città della Scienza non c’è più. Mangiata da un rogo infame. In una sola notte, uno spazio di senso per tanti di noi addetti ai lavori della comunicazione della scienza si è dissolto.
Il science centre napoletano era molto di più di un luogo per gli appassionati della scienza e della sua divulgazione. Era la testimonianza vivente che un altro sud è davvero possibile. Era un esempio di eccellenza internazionale, in contesti in cui quello che noi consideriamo ordinario nel resto d’Italia è un miracolo, quando si verifica.
Il coraggio e la passione degli amici di Città della Scienza sono stati avvolti da terribili e ambigue fiamme. E tutti noi, se mai ce ne fosse stato bisogno, veniamo richiamati a una realtà violenta, che non fa sconti, neanche alla cultura.
Adesso è il momento di stare vicino agli amici Luigi, Alessandra, Salvatore e ai tanti altri con cui in questi anni abbiamo condiviso progetti, abbiamo organizzato incontri, abbiamo sperato, nel nostro piccolo, di contribuire al cambiamento.
È anche però il momento di pensare subito alla ricostruzione. È facile cedere alla terribile forza del disincanto in queste ore, ma noi ci siamo.
Spero che il mio invito in questo giorno così nefasto non vi sembri irriverente ma intanto ricordate, amici di Città della Scienza, che a fine Giugno abbiamo un appuntamento assieme a Trieste per il Convegno Nazionale sulla Comunicazione della Scienza. Noi vi aspettiamo. Non sarete solo organizzatori. Sarete gli ospiti d’onore.

Tag:, ,

Lascia un commento